Aforisma della foresta 

 

 

 

 

C’era un popolo dove era vietato tagliare gli alberi..quando era strettamente necessario il consiglio degli anziani si radunava in consiglio ne parlava ,con passione per ore poi si decideva quale albero dovesse essere tagliato, gli uomini di questo popolo si nutrivano di ciò che la terra offriva loro,erano forti della loro interiorità, magri, piccoli di statura, e sapienti amministravano la natura con equilibri delicatissimi,e qualsiasi scelta doveva essere presa con riti sciamanici, consultazione delle divinità e del consiglio degli anziani.

Nelle vicinanze della foresta dove loro vivevano c’era un altro popolo che viveva con regole del tutto simili alle loro.

Un giorno uomini venuti da lontano si insediarono nelle vicinanze dei loro vicini,essi avevano altre regole ,erano forti, alti e ben armati cominciarono a “corrompere” il popolo a loro vicino, loro erano più forti e alti perché si erano portati i viveri da lontano, e dove passavano, portavano via gli alimenti, gli animali,e le altre cose dai popoli che incontravano, possedevano strumenti per tagliare alberi di cinquecento anni, dissero: “noi ti diamo altri  animali e le sementi e ti insegneremo a venerare un solo Dio,il nostro che è quello giusto, è lui che ha creato il fiume e la foresta e le cose tutte, ed è lui che ci autorizza a tagliare la foresta”, i giovani credettero che c’era una verità, il consiglio degli anziani si radunò, e decisero che le regole degli avi, non si potevano tradire,gli alberi non si potevano tagliare perche sacri, i giovani si ribellarono perché erano stanchi dei sopprussi che dovevano subire dagli uomini alti,violentavano le loro donne, e mangiavano sempre in abbondanza erano più forti e armati…uccisero i vecchi, vendettero i loro alberi agli uomini alti, divennero anche essi alti,armati e forti…

Un giorno andarono, dai loro vicini e cominciarono a picchiarli,loro erano diventati più forti, il consiglio degli anziani degli uomini piccoli di statura, forti della loro interiorità, si raduno con i giovani…i giovani dissero: loro vogliono i nostri alberi,ci daranno animali e sementi e mangeremo e diventeremo forti e alti anche noi e così  ci potremo difendere…” gli uomini del consiglio degli anziani dissero: le regole degli anziani non si possono tradire, perché ci è stato insegnato dai nostri padri,e a loro, dai loro padri fino dalle origini del mondo, i giovani erano stanchi di essere piccoli, volevano diventare grandi e forti, uccisero i vecchi, e cominciarono a tagliare gli alberi….vendettero gli alberi e diventarono forti,ricchi e armati…….

 

 

Aforisma sul energia

 

C’è una piccola comunità che vive in una grande casa

Devono restare tutto l’inverno isolati dal mondo

Perché la neve alta fino a due metri non gli permetterà di potersi

Spostare per rifornirsi di viveri e del combustibile nella loro grande casa

I piu dotti fanno i calcoli di quante ore dovranno tenere il riscaldamento 

Acceso per scaldare la loro grande casa per arrivare fino a primavera

Fatti i calcoli essi dicono: il combustibile che possediamo dovrà

 insieme al cibo essere razionato e non potremo scaldare tutte le ore 

e mangiare solo questa quantità al giorno..

I più stupidi si ribellano e dicono: non è vero, noi possiamo mangiare e scaldare quanto vogliamo.

Si radunano e votano democraticamente

Gli stupidi sono la maggioranza e cominciano a mangiare in abbondanza…

I dotti vengono isolati..essi guardano il tetto della casa

Che deve essere riparato e dicono all’assemblea:

Il tetto crollerà perché il legno ha i tarli e prima o poi ci cadrà sulle teste.

I più stupidi mangiano in abbondanza e scaldano la grande casa ogni tanto 

Alzano la testa, sanno che, forse, i dotti hanno ragione

 ma subito abbassano la testa per non pensarci, ridono,

E ricominciano a mangiare e dicono: visto che va tutto bene la grande casa è calda

E noi abbiamo le pance piene.. voi siete solo pessimisti….noi siamo felici….

 

 

 

 

Aforisma sull'energia

 

 

Aforisma sulla fine del mondo

 

 

 

 

 

 

 

premessa: quando avrete dubbi che il mondo così fatto e speculato sia sbagliato guarderete nella direzione delle montagne e dei boschi, dicendo a voi stessi..ma no, dai, le cose non sono così male..guarda gli alberi continuano a crescere…cosa vorreste, per rendervi conto del male che abbiamo gia fatto,che non ci fosserò più alberi?..consolatevi che neanche allora sareste consapevoli….

 

Storia breve:Due uomini ed una donna devono nascondersi in un bunker anti-atomico, rimangono isolati dal mondo, non hanno nessuna possibilità di comunicare con l’esterno, sanno di per certo che c’è stato un disastro nucleare, cominciano la loro soppravivenza all’interno del rifugio

Uno dei due uomini cerca di convincere la donna al’esigenza di avere un figlio o/e una figlia, dobbiamo portare avanti l’umanità..l’altro convince la donna, invece, che i bambini complicherebbero la loro esistenza all’interno del rifugio

L’uno insiste, quando usciremo da qui in quindici anni loro potranno portare avanti la nostra genia se sarà maschio raggiunta la pubertà dovrà accoppiarsi con sua sorella o con sua madre o incontrare altri sopravissuti…

L’altro insiste che non ha senso complicarsi l’esistenza all’interno del rifugio…

La donna si fa convincere dal uomo che è meglio non procreare….

Dopo quindici anni la donna raggiunge la menopausa sicura che ,comunque ci saranno altri sopravissuti

Escono i due,il terzo,nel frattempo,era morto in circostanze sospette..forse avvelenato?..

I due non possono scoprire che non ci sono altri soppravissuti in quanto il pianeta è enorme e non possono verificare se e dove ci siano altri sopravissuti quindi moriranno senza la consapevolezza che l’umanità sia finita con loro..  

 

Conclusione: se gli ultimi due uomini della terra non avessero la consapevolezza della fine del umanità come fareste ad averla voi che siete ancora sei miliardi….?

Finche ci sarà un uomo vivo potrà credere che le cose non vadano poi tanto male…. 

Quando non ci sarà neanche lui non ci sarà nessuno a poterlo  constatare….

 

Finche grazie all’individualismo penserete che sia giusto amare i propri figli più di quelli dell’umanità tutta, il mondo andrà verso un susseguirsi di disastri umanitari, in  luoghi diversi dal vostro che vi permetterà di essere tra i vivi e quindi di dichiararvi ottimisti, perché individualisti,l’umanità non  riuscirà mai a prendersi cura dei suoi figli tutti…finche non comincerete ad amarli come fosserò i vostri….se foste stati in Birmania ieri avreste visto la fine del mondo in faccia…un milione di irakeni uccisi negli ultimi sei anni…milioni di bambini che muoiono di fame… e voi uomini materiali che gettate cibo tutti i giorni e immagazzinate i soldi che sfamerebbero l’umanità per generazioni e generazioni …. io piango i miei figli…La natura non risparmierà voi come voi non risparmiate gli altri….

 

 

 

 

THE AFORISM OF A JEWISH IN AUSCHWITZ (OR HOW GOING TO DIE “GRAMMATICAL”CORRECT!!)

 

ONE DAY ONE PRISONER IN AUSWICHTZ WAKE UP AND HE START TO SCREAM!!

HE REAL SCREAM VERY MUCH !! AND IN HIS SCREM HE SAY:-

“ FUCKING BASTARD NAZI, YOU KILL MY WIFE! YOU KILL MY DOUGHTER!! YOU KILL MY SON !! YOU KILL ALL MY FAMILY!!

EVERY DAY MY WORK IS TO TAKE BODY OF CHILDREN CUT IN SLICE PART OF THE BODYS AND BORNING THIS PART IN BIG FIRES!!!

HE CONTINUOS SCREM !! VERY MUCH !! AN HE SAY.. I CANT DOING THIS ANYMORE!! I HATE YOU!! I HATE YOU SO MUCH!!

 

THE “NAZIST” SOLDER CALL A DOCTOR A “PSICOLOGIST” AND A “PSICHIATRIST” VERY CALM THEY ASK THE

JEWISH MAN:-

“HEY MISTER JEWISH MAN WHY YOU SCREAM? YOU DON’T KNOW SCREAM IS NOT POLITE? WHAT IS

YOUR PROBLEM? MEABY YOU HAVE PSICOLOGICAL PROBLEM? WHAT IS WRONG HERE?

IS NOT EVERYTHINK IN THE RIGHT PLACE? YOU NEED A CURE BECAUSE YOU SCREAM!!

HER IS NOT ALOUD TO SCREAM BECAUSE HERE WE ARE VERY EDUCATED!!

YOU DON’T LIKE AUSWICHTZ? SO YOU NEED A CURE!!! BUT YOU CANT SCREAM!!

IN GERMANY SCREAM IS NOT NICE!!

 

 

 

 

Aforism of a jewish in Auschwitz  (or how we going to die "grammatical" correct..)

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now